Cubase & HD-rec: un nuovo strumento musicale da studiare!

Cubase & HD-rec: un nuovo strumento musicale da studiare!

Cubase e PadovaMusica: un decennio di storia comune

Storicamente PadovaMusica è legata alla collaborazione con un gigante dell’HD recording, un profeta di Cubase, uno che semplicemente nel web è conosciuto come “cubaser”, all’anagrafe Valerio Nigrelli.

Altrettanto storicamente il mondo dell’HD recording è stato proposto da PadovaMusica nella forma di laboratorio collettivo: molte ore in pochi incontri, impegnativi, sia pure di grande utilità.

Presente e futuro

Da quest’anno invece l’intento è di procedere per incontri individuali o micro-collettivi (due allievi al massimo). Vogliamo massimizzare l’efficacia dell’insegnamento, personalizzandone i contenuti sulla base di alcune specifiche esigenze degli allievi.

Di fatto oggigiorno la competenza nell’uso delle applicazioni audio su piattaforma PC (così come Mac e iPad) è parte strutturale del sapere del musicista, non solo del tecnico di studio di registrazione.

In linea quindi con l’organizzazione generale, PadovaMusica propone agli appassionati un percorso in ambito Cubase, il software di sequencing per eccellenza. Una modalità, quella individuale o micro-collettiva, che consente di cucire intorno all’allievo la massima formazione tecnica, fino all’ottenimento dell’attestato ufficiale Educational Steinberg.

 

Cubase: che roba è?

Cubase, ricordiamo, consente di registrare e produrre brani musicali in formati diversi (MIDI, WAV, AIFF ed altri); è un tipico sequencer audio-midi, capace di gestire l’esecuzione, la registrazione ed in generale la gestione contemporanea di più tracce, di file audio di diversa natura, con possibilità di taglio, aggiunta, rimozione di file e porzioni di file audio.

La funzione principale del software è di creare brani musicali, attraverso l’utilizzo di sessioni multitraccia, con tracce audio e MIDI. Cubase supporta la tecnologia VSTcubase di Steinberg, in base alla quale si possono utilizzare i cosiddetti “plug in” che altro non sono che strumenti virtuali (sintetizzatori, effettistica, eccetera) con i quali poter registrare o elaborare una traccia audio o MIDI (che poi solitamente viene trasformata in audio in fase finale).

Alcune tra le funzionalità sono:

  • importazioni di molti formati audio
  • gestione completa dei file audio presenti nel computer
  • editing avanzato
  • aggiunta di effetti base alla traccia
  • raggruppamento delle tracce in sottogruppi e gruppi
  • raggruppamento delle tracce in cartelle
  • esportazione in diversi formati
  • aggiunta di traccia video da sincronizzare con l’audio

Tutto questo costituisce uno strumento a tutti gli effetti in grado di “fare musica”, alla stregua di quelli usualmente “suonati” e comunemente intesi, meritevole quindi di un sistema didattico altrettanto importante.